UN CAFFE' ESPRESSO A 1 EURO?

 La favola del caffè

 

 

Un frutto che viene coltivato in un altro Paese, raccolto a mano o tramite macchinari, lavorato in diverse e difficili fasi dopo la raccolta, esportato, importato, tostato dalle torrefazioni, confezionato e venduto alle caffetterie, macinato e preparato tramite attrezzature costose e (si spera) professionisti qualificati, solo per la tua gioia gustativa.

 

 

IL CAFFE' NON PUO' AVERE UN COSTO TROPPO ECONOMICO

 

In alcuni casi può essere più economico, ma c'è sicuramente qualcosa di sbagliato se si paga un prezzo troppo basso per questo prodotto.

Proviamo a concentrarci sull'espresso, poiché in Italia tendiamo a discutere parecchio sul giusto prezzo da attribuire a questa piccola bevanda magica.

 

 

IL PREZZO DELL'ESPRESSO IN ITALIA E' TRA I PIU' BASSI IN EUROPA

 

 

coffee-cup

 
 

Puoi pagare tra i 2,36 e 3,00 euro nel Nord Europa, tra 1,75 e 1,90 euro in Austria e Germania, tra 1,30 e 1,60 euro in Francia, Spagna, Russia, Polonia e Romania.

Se pensi al costo del tuo espresso quotidiano qui in Italia, raramente supera la soglia di 1 euro.

Potresti persino pensare a quanto sei fortunato nel poter gustare il miglior espresso italiano e pagare il prezzo più basso in Europa.

Il problema principale in Italia è che il caffè non è un'esperienza sensoriale molto importante, ma piuttosto qualcosa da consumare al volo, dal sapore standard e che ti dia la carica.

Se ti fermi per un secondo e pensi a ciò che stai effettivamente introducendo nel tuo corpo al prezzo economico di 1 euro (o anche inferiore), potresti rimanere scioccato.

Alcuni locali sono costretti a comprare un caffè di bassissima qualità perché la media dei consumatori non accetterà mai di pagarlo più di 1 euro, altri invece non provano nemmeno a proporre al consumatore finale qualcosa di meglio, o semplicemente non è di suo interesse.

E’ importante quindi per noi provare a spiegarti quanto sia stato maltrattato quel caffè super economico, quanto sia stato sotto-pagato il produttore, quanto intricata e oscura sia la tracciabilità e quanto poca attenzione sia stata prestata durante la preparazione di quel caffè.

Quello che assaggi in quel caso è spesso solo una bevanda bruciata, oleosa ed amara, contenente un pugno di caffeina.

Fidati di noi, il caffè è molto più interessante di così.

 

Prendiamo ora l'esempio delle poche ma coraggiose caffetterie speciality presenti in Italia.

L’espresso qui può costare tra 1,30 e 2,70 euro.

Perché?

A partire dal prodotto crudo, il caffè speciality può essere raccolto e lavorato così bene che, alla fine di questa prima fase di produzione, avrà a malapena qualche difetto.

I chicchi crudi vengono poi esportati ed importati attraverso società e persone affidabili che pagano almeno il doppio del prezzo di mercato al produttore/coltivatore per il duro lavoro svolto all'origine.

Le torrefazioni sono quindi disposte a pagare di più per una materia prima di alta qualità. La tracciabilità ci porta poi a capire quanto i produttori stiano lavorando per realizzare un caffè così meraviglioso. Ecco perché, in fase di tostatura, è fondamentale non distruggere tutto. Il torrefattore troverà il profilo giusto per quella specifica origine in modo che possa esprimersi al meglio nella bevanda finale, prestando particolare attenzione a non tostare troppo scuro o troppo chiaro.

Successivamente toccherà al proprietario della caffetteria selezionare i torrefattori ideali con cui lavorare, comprendendo la stagionalità di questo frutto e pagando il giusto prezzo al chilo.

 

Sarebbe una sciocchezza dare la responsabilità dell'ultimo fondamentale step di questo viaggio impegnativo nelle mani di un barista non formato o provvisto di attrezzature mal tenute.

Quindi, quando paghi quel prezzo più alto per un espresso di caffè speciality, sai che questa filiera è passata accuratamente fra le mani di professionisti, incluso il barista di fronte a te, con cui ti consigliamo di parlare di caffè. Chiedi quale origine ti sta preparando, dove è stata coltivata, quali sapori dovresti aspettarti da quel caffè. La maggior parte dei professionisti sarà molto lieta di rispondere a domande di questo tipo.

Questo caffè non può essere pagato 1 euro.

 

Può sfortunatamente capitare di dover pagare un caffè di bassa qualità alla stessa fascia prezzo di uno speciality. Come evitarlo?

Anche se pagare almeno 1,20 euro per un espresso non sarebbe male, assicurati di non lasciarti ingannare: chiedi sempre quale caffè stai bevendo, questa è la prova del nove!

C'è una grande differenza tra un caffè di bassa qualità servito in una location esclusiva ed un caffè speciality.

 

 

SUGGERIMENTI IN BASE AL PROFILO DI CONSUMATORE

 

1) Se sei il consumatore finale che beve espresso da 1 euro (o meno) ogni giorno e ne sei soddisfatto

Prova il caffè speciality almeno una volta. Cerca la caffetteria speciality più vicina e sii curioso riguardo relazione tra origine e sapore in tazza, proprio come con il vino. Scoprirai che il sapore amaro e di gomma bruciata a cui sei abituato è solo una grande bugia. Il caffè può essere fruttato, brillante nell'acidità e dolce senza zucchero.

 

2) Se sei proprietario di una caffetteria con voglia di migliorare la qualità del tuo caffè ma hai paura di poter perdere i clienti qualora alzassi i prezzi per offrire un caffè speciality

Sii coraggioso. La qualità ripaga. Noi possiamo aiutarti, comunicando con i tuoi clienti, organizzando eventi di degustazione, formando il tuo personale, consigliando attrezzature più adatte e, naturalmente, fornendoti i caffè speciality più appropriati per il tuo servizio. Non te ne pentirai!

 

3) Se bevi già Caffè Speciality regolarmente, a casa e nel tuo bar preferito

Grazie, ti vogliamo bene.

 

4) Se non sei d'accordo con noi

Facci sapere! Ci piacerebbe scambiare opinioni a riguardo e ascoltare un punto di vista differente.

 

 

 

PEACOCKS COFFEE

 

Via Leonardo da Vinci, 6

 

20851, Lissone (MB)

 

Italy

 

Partita IVA: 10155060964

All Contents © Copyright Peacocks, 2017.

Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare nel sito accetti il nostro utilizzo dei cookie.